LEGGE REGIONALE 29 DICEMBRE 2020, n.11 - Disposizioni per il 2021

Pubblicata il 8 marzo 2021 | News

La legge regionale n.11, approvata lo scorso 29 dicembre 2020, stabilisce (vedi art.14 ndr.) che le utenze non domestiche, le imprese, che intendono conferire i propri rifiuti urbani avviandoli al recupero al di fuori del servizio pubblico (art.238 D.lgs 152/2006) devono comunicarlo al comune e all'affidatario del servizio pubblico, entro il 30 settembre di ciascun anno.


L'eccezione per il 2021
Tuttavia per il 2021 la comunicazione è obbligatoria entro il 31 marzo (art.15)


Cosa comporta la comunicazione
Nella comunicazione, valida a decorrere dall'anno successivo, è necessario indicare i quantitativi dei rifiuti da avviare a recupero, distinti per codice EER e stimati sulla base dei quantitativi prodotti nell'anno precedente, nonché la durata del periodo, non inferiore a cinque anni, per cui si intende “esercitare tale opzione”.

Alla comunicazione da inviare al comune deve essere allegata anche la documentazione che comprova l'esistenza di un accordo contrattuale con la società che effettua l'attività di recupero dei rifiuti.

Le imprese che scelgono di conferire i propri rifiuti urbani avviandoli al recupero al di fuori del servizio pubblico, sono escluse dalla corresponsione dalla sola componente tariffaria rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti.



Normativa:

https://www.lapam.eu/wp-content/uploads/2021/01/BURERT-n.447-del-29.12.2020-P1-PDF-A.pdf

Condividi

facebook twitter linkedin google email
Anagrafica
T&A Group - Via G.S. Rasponi, 3/5/7
48121 Porto Fuori (RA)
Tel. 0544 1674274 - Cell 346 3233422
Fax 0544 1674282
P.IVA 02451750398

Seguici anche su facebook
facebook-follow
Il Gruppo
elearning
Cookie
Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies.
Informativa Cookie »

Mobile friendly